Macchinari e alle attrezzature per traslochi

Macchinari per traslochi: quali sono e per quali caratteristiche si contraddistinguono? Conosciamoli insieme.

 

Quando si deve traslocare non si può fare a meno dei macchinari per traslochi, fondamentali per lo spostamento dei carichi più pesanti e ingombranti. Il loro scopo è quello di velocizzare le operazioni, soprattutto quando i beni in questione si devono muovere da o verso i piani alti​. Ecco perché chi deve effettuare un trasloco, e vuole farlo in sicurezza, deve necessariamente rivolgersi a ditte di traslochi specializzate. Vivi nella zona del torinese? Contatta la nostra ditta Traslocatori a Torino ora stesso per sollevarti da ogni preoccupazione riguardante il tuo trasloco.

Ma tornando all’argomento principale del post, ecco in cosa consistono i macchinari per traslochi.

Le varie scale e piattaforme

Quando si deve compiere un trasloco ai piani alti è fondamentale l’utilizzo di scale e piattaforme aeree, che riescono ad accostarsi in sicurezza a finestre e balconi, rendendo molto semplice e agevole ogni tipo di operazione di carico e scarico​.

L’autoscala è un autoveicolo dotato di una scala estensibile che permette il movimento, dunque la salita e la discesa, di carichi di medie dimensioni. In presenza di oggetti del peso e dal volume consistenti, come ad esempio vasche idromassaggio, macchinari particolari o pianoforti, sarà necessario l’utilizzo della piattaforma aerea.

Entrambi sono macchinari per traslochi predisposti per il montaggio su furgoni speciali che necessitano di un manovratore esperto.

Il compensatore per appoggio

Forse non ne hai mai sentito parlare, ma anche il compensatore per appoggio è un utile macchinario per trasloco. Nello specifico, si tratta di un pannello che va applicato agli elevatori con lo scopo di rendere la loro sovrapposizione su finestre e balconi più sicura e agevole.

I furgoni

Tra i macchinari per traslochi come non menzionare i furgoni. I furgoni per traslochi sono diversi dai tradizionali veicoli commerciali​. Si contraddistinguono infatti per la presenza di particolari imbottiture interne, in grado di tenere i mobili al sicuro, nonché per la loro capacità di carico, che in molti casi supera addirittura i 30 quintali.

Sei interessato a noleggiare un furgone per trasloco? Sappi che la tariffa non dipenderà tanto dal peso che dovrai trasportare, quanto dal tempo di percorrenza, quindi dal numero di viaggi che devono essere effettuati per trasportare tutte le tue cose.

 

I materiali per l’imballaggio

Anche se non appartengono alla categoria “macchinari per traslochi”, ma più che altro a quella relativa alle attrezzature, ci sembra utile menzionare i materiali per l’imballaggio. Non ci stiamo riferendo a penne, pluriball e scatoloni (utili anche quelli, per carità!), ma a tutto il necessario per lo smontaggio e il rimontaggio dei mobili.

 

Sono materiali di cui ogni professionista del settore dispone e che rappresentano la soluzione perfetta per realizzare gli spostamenti in sicurezza. Tra queste attrezzature figurano le cinghie di sollevamento e le imbracature varie.

Meglio fare da soli o rivolgersi a una ditta di trasloco?

Alcuni dei macchinari per traslochi appena citati possono essere noleggiati. Tuttavia, pensare al fai da te quando si devono effettuare grandi operazioni di trasloco, può rivelarsi davvero molto complesso oltre che è pericoloso​.

 

Nel caso di autoscale e piattaforme aeree è consentito il noleggio con o senza conducente. Ma dal momento che si tratta di strumenti davvero complessi, è chiaro che la seconda opzione è da scartare: solo gli operatori specializzati possono gestire questi speciali macchinari.

Delegando la realizzazione del trasloco ad un’azienda professionista, si otterrà una maggiore garanzia e tutti i dettagli logistici verranno svolti con la massima sicurezza, riducendo qualunque genere di rischio.