Materiali da imballo per trasloco

Migliori materiali per organizzare gli imballaggi durante un trasloco

Quali sono i migliori materiali per organizzare gli imballaggi durante un trasloco? Ecco la check list che stavi cercando.

 

L’imballo dei beni è uno dei momenti più attesi e temuti durante un trasloco. Come impacchettare mobili, vestiti e oggetti decorativi? Cosa fare con il cibo del frigorifero? La scelta più indicata rimane quella di rivolgersi a una ditta di traslochi che, essendo specializzata nelle più avanzate tecniche di confezionamento, si prenderà cura di tutte le tue cose. Se vivi nel capoluogo piemontese ti basterà rivolgerti alla nostra ditta di traslochi per essere certo di lasciare la tua merce al sicuro. Può comunque tornare utile questa guida su quali sono i materiali più indicati per gli imballaggi durante un trasloco.

I migliori prodotti da imballaggio

Ci sono innumerevoli opzioni utilizzate sul mercato, ma per semplificare le cose, ne abbiamo selezionate quattro, che consideriamo più efficienti, che hanno un migliore vantaggio in termini di costi e che sono di facile utilizzo.

 

1.Il pluriball

Il pluriball offre una forte protezione, riduce gli urti, protegge dai graffi e isola odori e liquidi che potrebbero fuoriuscire durante il trasporto. Gli esperti lo utilizzano e lo consigliano per il confezionamento di mobili, divani, letti, elettrodomestici, vetri e specchi.

 

Il pluriball è disponibile in diversi modelli; il più consigliato è quello con bolle grandi (più grandi di quelle tradizionali a cui siamo abituati) e una plastica resistente e difficile da rompere. Puoi testare tu stesso la qualità del pluriball cercando di strapparne un pezzo: se riesci a farlo con facilità significa che il modello in questione è di scarsa qualità. I migliori pluriball, di solito, necessitano di una forza maggiore per essere strappati.

 

2.Le scatole di cartone

Le scatole di cartone sono fondamentali per l’imballaggio; ti aiuteranno a riporre dentro tutti i tuoi effetti personali, utensili da cucina, vestiti, libri e una moltitudine di altre cose.

 

Anche in questo caso, esistono diverse opzioni sul mercato. L’ideale è acquistare una vasta gamma di scatole, preferendo comunque quelle di medie dimensioni (30X30X40). Assicurati che le scatole siano robuste e non riempirle più del dovuto.

Quando è il momento di impilare le scatole, ricorda di posizionare quelle più pesanti sotto. Se durante questo processo ti accorgi che una scatola sta iniziando ad accartocciarsi ai lati, rimuovila immediatamente!

Ricorda inoltre di chiudere ermeticamente tutte le scatole con del nastro.

3.Il cartone antiurto

Questo tipo di materiale per organizzare gli imballaggi durante un trasloco non è molto usuale e apparentemente, può sembrare inefficace. Tuttavia, può rivelarsi un ottimo alleato per proteggere angoli di mobili, vetri, frontali di televisori e altri elettrodomestici.

 

In sostanza si tratta di un cartone spesso con ondulazioni, molto utile per ridurre l’impatto ed evitare la formazione di graffi. Di solito il cartone antiurto viene venduto dalle ferramenta o direttamente dalle società di trasloco. Lo troverai in rotoli da 30 metri e va utilizzato insieme al pluriball.

Sappi in anticipo che il rullo è piuttosto pesante e avrai bisogno dell’aiuto di un’altra persona per caricarlo.

4.Il nastro adesivo, le penne stile e le forbici

Questi non sono realmente materiali da imballaggio, ma si rivelano sempre estremamente importanti durante il processo di confezionamento. Acquista tutto in anticipo perché la mancanza di nastri e penne può rallentare le operazioni di imballaggio.